Caricando...

Suggerito da Prolixe

Storia del Calendario

Ricerca

STORIA DEL CALENDARIO, DALLE ORIGINI AD OGGI


La Storia del Caldendario inizia con la nozione di calendario che già la possedevano i popoli del Medioriente, della Grecia e naturalmente... Leggi tutto

Inserisci una Ricerca nell'Antologìa
Invia subito il modulo, [ clicca qui! ]

La Storia del Caldendario inizia con la nozione di calendario che già la possedevano i popoli del Medioriente, della Grecia e naturalmente della Roma Arcaica. Erano tutti e calendari diversi.C’è anche chi ha ipotizzato che i romani abbiano ereditato il calenario da popoli del nordeuropa. Il primo calendario romano ad ogni modo fu quello di Romolo composto di 10 mesi. Per molti secoli, successivamente il calendario utilizzato fu quello fatto realizzare da Giulio Cesare o ancor meglio il calendario dell’alessandrino Sosigene, illustre astronomo, redatto nel 46 a.c. Con lui nacque l’anno di 365 giorni diviso in 12 mesi. C’è da sottolineare che l’organizzazione calendariale del tempo civile era ed è sempre stato uno strumento per dimostrare la propria autorità, basti pensare che alcuni imperatori come Augusto dal loro nome derivarono il mese di agosto, un’eredità nominale da tramandare ai posteri, un retaggio propagandistico pervenuto a noi con il passar degli anni.A proposito di anni , il loro conteggio è cominciato solo nel VI secolo d.c. Nel 1582 al calendario ci rimise mano una commissione nominata da Papa Gregorio XIII avendo notato che oramai l’accumulo di 11 minuti in più col calendario giuliano aveva creato uno scarto di oltre 13 giorni e le date non corrispondevano più alle stagioni. Fu così che di colpo con la riforma gregoriana sì passò dal 4 ottobre al 15 ottobre e alcuni stati, quelli veramente cattolici lo adottarono subito mentre gli altri lo accettarono vìa vìa più tardi anche per ragioni politiche e religiose. Fu scelto il mese di ottobre per il cambio delle date non a caso perché in esso non erano presenti particolari manifestazioni di religiose o secolari che ne impedissero l’attuazione e come si vede le festività influenzano le scelte del potere come in questo caso.In pratica prima il calendario gregoriano fu adottato dai cattolici, poi dai protestanti e in seguito ma solo in parte dagli ortodossi(persino il governo rivoluzionario russo appena insediato durante la Prima Guerra Mondiale adottò il calendario gregoriano!! E così anche la Cina comunista nel 1949)e nello stesso tempo dai buddisti ecc. Concludiamo dicendo che il calendario gregoriano ancora non perfetto e con errori per quanto riguarda il conteggio degli anni bisestili esigerà una correzione anche se esso rispetta al 99% l’anno solare vero e proprio e bisogna dire che è stata una riforma molto apprezzata nei secoli, così anche oggi scienziati, matematici potranno trovare(come l’hanno fatto già prestigiosi fisici di fama mondiale)la formuletta giusta avendo la strada spianata dalla storia.

Link interni

Ultime ricerche inserite

Ultime consultazioni